VACCARI PERLE

My name is Eleonora Vaccari.

I am a glass designer. I research, design, and produce items that I use to assemble for my creations.
Designing glass is very emotional for me; I touch it. I feel. I live it. I breathe it.
In my free time, I observe everything that surrounds me. I am constantly seeking inspiration and ideas, looking for the beauty and magic of colours to replicate and use in my compositions. I use the reflection from light and the infinite nuances generated by glass. I create to enchant myself; I create to charm.

I was born and raised in Venice, Italy.  Venice has always been characterized by the combination of glass and art, to which it is deeply linked to.  Living in one of the most beautiful, envied, and dense cities in the world, has not only nurtured my fond enthusiasm and love for art, but it has also ignited my continuous and relentless pursuit of artistic beauty.

One could say I’ve inherited a passion for glass, as it runs deep within my family genes. My great-grandfather started working with glass in 1915, when he was hired to work at the “Società Veneziana per l’Industria delle Conterie,” which means Venetian Society of Glass Beads Crafting.  The Society was known as the “Conterie Veneziane,” and was founded on the island of Murano in 1898 by 17 glass bead producers. It was here that my great-grandfather learned the art of making glass beads with a floral design, that was mainly produced to adorn cemeteries belonging to French colonies.

My great-grandfather Augusto Vaccari later started his own business that included his three sons, who also shared the same passion for glass. The company was named “Vaccari,” and established in Venice, and has become renowned for its high quality and original production of artistic glass beads. Remarkably, even after the 1992 closing of my great-grandfather’s predecessor “Conterie Veneziane,” Vaccari was one of two historical companies manufacturing glass beads that remained active; the second company being Ercole Moretti & F.IIi.

In 1964, after years of training and studying colors and materials, Antonio Vaccari launched a jewellery line that was greatly successful and was distributed by the most prestigious department stores across Europe and America, definitively affirming Vaccari as a leader in the Venice glass beads industry.

I remember watching my grandmother create jewellery when I was little. Watching her combine colours and shapes literally mesmerized me. Each bead was a unique and irreplicable piece of art, handmade with expert craftsmanship. Using glass masters that had a lot of experience and passion gave birth to truly incomparable pieces of art that had inimitable transparency and colours of Murano glass; no two beads are identical.  Be it a tiny bubble, a colour tone, a different light reflection, or a magical texture, each pearl and each Vaccari creation is different and original.

Later in 1965, during the Italian economic boom, my father Giampaolo Vaccari took over the reins of the company.  Continuing the family tradition of having a crescendo of passion, prestige, and creativity, my father increasingly expanded the Vaccari brand with glass bead jewellery. In the small workshop in Venice, he relentlessly designed and created unique pieces entirely handmade using the “a lume” technique, with the inclusion of gold and silver leaf.

When I joined the company in 1997, my father was looking for a renewed image, including updated marketing and external relations, but above all, he wanted to give Vaccari a more modern and cosmopolitan touch to the new designs. He asked me to collaborate with him to develop new ideas, create new original collections, and design presentations for the international market. Giving me carte blanche for this new endeavour, I worked closely with my cousin Massimiliano Diana, who became an invaluable collaborator, and we decided to introduce the production of glass elements to the fashion industry. We soon started working with the greatest names in Italian fashion and became a benchmark in the world of glass jewellery.

Our desire to share our passion, ideas, and enthusiasm, grew over the years and our glass components became increasingly specific and refined, which paved the way for Vaccari to launch a new jewellery collection called VERO JEWELS in 2010.

VERO: one word, different meanings.
In Italian, VERO means real, authentic, and pure.
VERO is also the word for glass in Venetian dialect.
One word defines both the material we work with and its most valuable features: the same characteristics are at the heart of Vaccari’s values… of real (VERO) Italian style… authentically (VERO) “Made in Italy.”

The demands of the market and its continuous expansion has stimulated and encouraged us to grow further, always keeping the passion for glass, the cornerstone handed down by four generations, at the heart of what we make. My father continuously teaches me to improve my techniques, and I continue to refine the perfection of forms, the imagination of colours, and the quality and originality of my artefacts.

But this was not enough for me. I started combining glass with metals, threads, and other innovative and dynamic materials and I assemble the pieces lead by my imagination. I am inspired by everything I observe and contemplate, and everything I can feel; art, poetry, magic, beauty… life.

The inspiration that has shaped my first VERO JEWELS collections, still stimulates me today with all of my new projects and new models, and remains, forever appreciated.
My work does not end when I finish creating a piece of jewellery; it ends when the jewellery is worn. It is complete when a long lasting emotional bond happens between the jewellery and the person who chose it as a special mark of distinction and perfection of its unique aesthetic image.

Every woman has that “perfect” piece of jewellery…. I would be honoured to be the designer that gave her that.

Eleonora Vaccari

 

 

“Costume jewellery is not made to give women an aura of wealth, but to make them beautiful.”

(Coco Chanel)

VACCARI PERLE

Mi chiamo Eleonora Vaccari sono una designer del Vetro di Murano. Studio, progetto e realizzo elementi che poi assemblo per le mie creazioni.
Il vetro mi da emozioni. Lo tocco. Lo sento. Lo vivo.
Il mio tempo libero è dedicato in larga misura ad osservare tutto ciò che mi circonda, cercando ispirazioni,
idee, … magie di colori da poter riprodurre nelle mie composizioni attraverso il Vetro di Murano, che è di per sé fonte di
luce e riflessi dalle infinite sfumature.
Creo per incantarmi. Creo per incantare.
Sono nata, cresciuta e vivo a Venezia, che da sempre è caratterizzata dal binomio “vetro-arte”.
E vivere in una fra le più belle, invidiate ed intese città del mondo, non poteva che alimentare il mio profondo
entusiasmo ed amore per l’arte, e la mia continua ed instancabile ricerca del “bello” artistico.
Una passione, quella per il Vetro di Murano, che si può dire io abbia ereditato quasi geneticamente, poiché legata alla mia
famiglia. Il mio bisnonno Augusto Vaccari iniziò a lavorare il vetro nel lontano 1915 quando fu assunto presso la Società
Veneziana per l’Industria delle Conterie , nota come le “Conterie Veneziane”, fondata a Murano nel 1898 da 17
aziende produttrici di perle, e dove imparò l’arte di creare fiori di perline di vetro, che venivano esportate
prettamente nelle colonie Francesi, per i cimiteri.
Dopo poco tempo, nello stesso anno, decise di mettersi in proprio coinvolgendo i 3 figli, che condividevano
con lui la passione per il vetro, e fondarono a Venezia la Antonio Vaccari, nota negli anni a venire, fino ad oggi, per
l’attività di produzione di Perle Veneziane in Vetro di Murano. Infatti, divenne presto un marchio di qualità, garanzia ed originalità
artistica.
Quando le Conterie chiusero definitivamente i battenti nel 1992, solo due ditte fra quante operavano in
questo settore già prima della II Guerra Mondiale, sopravvissero: una di queste era proprio la Vaccari, assieme
alla Ercole Moretti & F.lli.
Nel 1964, dopo anni di perfezionamento e studio dei colori e dei materiali, l’azienda realizzò una linea di
bigiotteria che ebbe un grande successo e venne distribuita nei più grandi department store in tutta Europa e
America, consolidando definitivamente il marchio Vaccari quale leader del settore PERLE VENEZIANE.
Ricordo che da piccola osservavo mia nonna Ida creare modelli di gioielli. Mi ipnotizzava letteralmente vedere
come mescolava colori e forme. Ogni singola perla veniva realizzata a mano con sapienti tecniche artigianali,
ed era unica ed irripetibile. Questo era reso possibile anche grazie alla materia prima, il Vetro di Murano, che
con le sue esclusive caratteristiche di trasparenza e colore, unite all’esperienza e alla passione dei maestri che
lo lavoravano, dava vita a pezzi davvero inimitabili.
Infatti non è possibile creare perle uguali: una piccola bolla , una sfumatura di colore, un punto luce
differente, una magica consistenza, tutti elementi che creano la diversità, l’originalità di ciascuna perla.
Di ciascun gioiello Vaccari.
Nel 1965, nel pieno boom economico italiano, mio padre, Giampaolo Vaccari, senza indugio, prese in mano le
redini dell’azienda di famiglia, portando aventi la tradizione, in un crescendo di passione, prestigio e creatività,
identificando sempre più il marchio Vaccari con i gioielli di Perle di Vetro.
Nel piccolo laboratorio di Venezia, non smette di disegnare e creare pezzi unici nel loro genere. Perle
veneziane interamente lavorate a mano con tecnica a lume con inclusione di foglia oro e argento.
Il 1997 vide il mio ingresso attivo nella Vaccari.
Mio padre cerca una svolta. Nell’immagine, nel marketing, nelle relazioni esterne, ma soprattutto nella
creazione di nuovi modelli con un tocco più moderno e cosmopolita.
Mi convoca proponendomi di collaborare con lui nel modo più libero, originale e personale. Mi da carta bianca
per l’ideazione di nuove linee, nuove idee, e per la loro presentazione nel mercato internazionale.
Trovo un valido e concreto sostegno anche in mio cugino, Massimiliano Diana, e tutti insieme decidiamo di
espanderci ed inaugurare una nuova produzione: ci specializziamo in elementi in vetro per la moda.
Lavoriamo e collaboriamo con grandi nomi della moda italiana e diventiamo un punto di riferimento nel
mondo dei gioielli in vetro.
Nasce la voglia di far conoscere la nostra passione, le nostre idee, il nostro entusiasmo, il nostro VETRO, in
queste nuove forme. Nascono i componenti in vetro che sono diventati sempre più particolari e ricercati.
Nasce una nuova linea di gioielli: VERO JEWELS . E’ l’anno 2010
VERO: una parola, più significati.
VERO come reale. VERO come autentico. VERO come puro.
VERO come viene chiamato in dialetto veneziano il VETRO.
Un unico termine per definire il materiale dalle nostre creazioni e alcune delle sue più pregiate caratteristiche.
Le stesse che abbiamo voluto identificassero questo Brand … di VERO stile italiano … di VERO Made in Italy.
Un mercato esigente ed in continua espansione è decisamente di stimolo e ci sprona a crescere senza mai
tralasciare o abbandonare l’elemento cardine tramandato da ben 4 generazioni: la passione per il vetro.
Affianco a mio padre continuo ad imparare ed affinare la tecnica, e inizio a creare i miei pezzi, ricercando
sempre di più la perfezione delle forme , la fantasia dei colori, la qualità e originalità dal manufatto.
Ma non mi basta.
Quindi inizio a valorizzare il VETRO di Murano accostandolo a metalli, corde e materiali innovativi, dinamici. Li assemblo in
disegni e forme dettati dalla mia fantasia, nutrita ed ispirata come sempre da tutto ciò che osservo e
contemplo, e che ai miei occhi è arte, poesia, magia, bellezza…. vita.
Così sono nate le mie prime collezioni per VERO JEWELS, nel 2010, e oggi come allora quell’ispirazione mi
guida verso nuovi progetti e nuovi modelli, che sono molto apprezzati, con mia enorme soddisfazione.
Perché il mio lavoro non finisce quando creo il gioiello. Perché il gioiello si completa solo quando viene
indossato, quando si instaura quel legame emozionale che lo legherà per sempre a chi l’avrà scelto come
particolare segno di distinzione e perfezionamento della propria immagine estetica.
Per ogni donna esiste un gioiello “perfetto “…. Sarei felice se fosse il mio.
I bijoux non sono fatti per dare alle donne un’aura di ricchezza, ma per renderle belle.
(Coco Chanel)

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.